Comprare la prima casa senza liquidità

Come comprare la prima casa senza soldi

Lo so, l’acquisto della prima casa è uno dei tuoi sogni che hai riposto nel cassetto.

Da qualche tempo, probabilmente, ti frulla in testa questo pensiero fisso, così il desiderio sta riemergendo con forza dagli abissi della tua mente.

Cosa ti spinge a voler acquistare casa?

Forse i tuoi amici hanno già fatto questo grande passo oppure hai sentito dire che adesso è il momento giusto per compare casa, visto che i prezzi sono scesi vertiginosamente (dall’inizio della crisi del mercato immobiliare).

Il punto è che comprare la prima casa è un obiettivo di realizzazione per ogni italiano, è una sorta di conquista per la vita.

Avere un tetto sotto cui ripararsi è, nell’immaginario collettivo, una garanzia di stabilità e sicurezza. Un po’ come quando si pensa a mettere su famiglia.

Fortunatamente hai incontrato me e questo utilissimo articolo.

Mi sono preso del tempo per scrivere una guida semplice e comprensibile allo stesso tempo, per accompagnarti, passo dopo passo, verso la coronazione del tuo sogno: comprare la tua prima casa.

Non avere timore, ti spiegherò con parole semplici tutto quello che c’è da sapere per concretizzare questo grande passo.

3, 2, 1… si parte!

Perché comprare casa?

Voglio iniziare così, semplicemente considerando alcuni motivi che ti spingono a pensare di dover acquistare casa.

Sono convinto che acquistare la prima casa sia sinonimo di sicurezza e stabilità, ragion per cui, dopo l’acquisto, potrai vivere ogni giorno della tua vita con maggiore serenità.

È un investimento a lungo termine. Immaginalo come un gruzzoletto messo da parte per il futuro. Ciò che spendi lo stai conservando sotto forma di valore immobiliare, che nel tempo potrà anche fruttare.

È vero che, per alcuni, può essere considerato un investimento poco proficuo (soprattutto se non guadagni niente da questo investimento), ma se hai deciso di mettere radici nella casa che vuoi comprare e non hai ragione di pensare a ulteriori investimenti in futuro, l’acquisto della prima casa è senza dubbio un’ottima allocazione delle tue risorse finanziarie.

Pensa che hai trasformato i tuoi soldi in un bene immobile che mutua il suo valore meno in fretta rispetto alla valuta corrente e che la sensazione che si prova, nella consapevolezza di tornare a casa da lavoro e avere un tetto sopra la testa, ne va della qualità complessiva della tua vita; in questo caso, comprare casa, è considerato un ottimo investimento, non solo in termini economici.

Pagare per tutta la vita un affitto, percependo un reddito che cambia veramente poco nel tempo, è considerata un’operazione stupida, quanto dispendiosa in termini economici, perché tutti i sacrifici fatti per pagare i canoni di affitto saranno vanificati.

Perciò se non prevedi di fare grandi salti di carriera o di cambiare spesso lavoro e residenza, non hai alcuna ragione di buttare dalla finestra i tuoi soldi pagando un affitto.

Discorso a parte per coloro che, avendo già un gruzzoletto da parte, vogliono provare a giocare con gli investimenti sul mattone.

Il mio scopo, in questa guida, non è quello di convincerti a comprare casa, piuttosto è quello di fornirti una panoramica generale su ciò che concerne l’acquisto della prima casa, con tutto ciò che comporta.

Comprare la prima casa: modalità d’acquisto

Dopo una breve introduzione generale, mi tocca sfatare un mito grande quanto il cielo: “Senza soldi non puoi comprare casa“.

Devi sapere che anche senza liquidità immediata puoi acquistare casa. Le soluzioni di acquisto, infatti, sono molteplici e una di queste incontra sicuramente le tue esigenze.

È vero che con i soldi in mano è tutto più semplice, ma è anche vero che senza soldi puoi comunque acquistare casa. Nota bene, senza soldi, non senza reddito.

A dire il vero, anche senza avere un reddito puoi comunque comprare casa, ma qui si aprono scenari che non posso trattare in questa guida. Però se fossi in te lascerei un bel like alla pagina Facebook, visto che ho in programma la pubblicazione di un articolo sull’argomento.

Ok. La pausa è finita. Si torna in pista!

Prima di addentrarmi nelle soluzioni di acquisto, voglio rimarcare ciò che ti ho detto all’inizio di questo paragrafo: se non hai liquidità sufficiente puoi comunque realizzare il tuo sogno di comprare casa. Non devi avere alcun timore e non credere a chi vuole spezzarti le ali, loro non sanno quel che dicono.

Ecco le modalità di acquisto più gettonate quando non si dispone di liquidità a sufficienza per comprare casa:

  • Rent tu buy – questa modalità di acquisto è stata introdotta dal decreto-legge n. 133 del 12 settembre 2014 – meglio conosciuto come “Decreto Sblocca Italia” – poi convertito nella legge 11 novembre 2014, n. 164.Attraverso il rent tu buy il venditore congela il prezzo di vendita e cede immediatamente l’uso al conduttore (o futuro acquirente).

    Dovrai pagare un canone concordato, costituito da due componenti: la parte relativa all’utilizzo del bene e la parte relativa al corrispettivo di vendita.

    Questa soluzione è molto comoda perché nel momento in cui deciderai di esercitare il tuo diritto di acquisto, la parte pagata per il corrispettivo di vendita sarà detratta dal prezzo finale di acquisto convenuto al momento della stipula del contratto.

    Grazie a questa particolare formula di acquisto puoi riservarti il tempo necessario per decidere se acquistare casa o meno, e nel frattempo potrai dimostrare alla banca di possedere una liquidità sufficiente, ossia i canoni versati per il corrispettivo di vendita, per accendere un mutuo.

  • Leasing immobiliare – questa modalità di acquisto, spesso confusa con la precedente, è particolarmente interessante perché ad acquistare l’immobile è una banca (o intermediario finanziario autorizzato all’esercizio dell’attività di leasing) che ti concede il godimento dell’unità immobiliare per tutta la durata del contratto.Il contratto di leasing immobiliare prevede il pagamento di una canone iniziale più corposo (ossia un anticipo iniziale del 20% del valore di acquisto dell’immobile), il canone di leasing (secondo gli accordi pattuiti) e la maxi-rata finale in caso di riscatto dell’unità immobiliare.

    Alla fine del contratto di leasing puoi serenamente decidere di rinnovare il contratto per altri anni, riscattare l’immobile e i canoni di leasing versati oppure lasciare libero l’immobile. In tal caso la società che ti ha concesso il leasing sarà tenuta a vendere la casa per tuo conto.

  • Mutuo ipotecario – sto parlando della modalità di acquisto più diffusa in Italia. Si tratta di un contratto di prestito che solitamente supera i 5 anni.La banca ti concede il mutuo per acquistare la tua prima casa, ma viene iscritta un’ipoteca sulla stessa così che, in caso di insolvenza, la banca può recuperare il credito vendendo la casa.

    Anche se il mutuo ipotecario è tra le modalità di acquisto più diffuse, non sempre è possibile accendere un mutuo. L’accettazione da parte della banca, infatti, dipende da molteplici fattori che avrò modo di spiegarti in un articolo più approfondito.

Quelle che ho elencato sono le modalità di acquisto più diffuse per comprare casa senza liquidità sufficiente, ma non sono le sole.

Mi sono informato per te e ho scoperto che puoi acquistare casa in tantissimi altri modi, per esempio puoi usufruire:

  • dell’affitto con riscatto (che somiglia al rent to buy ma con con alcune differenze sostanziali);
  • della vendita con riserva della proprietà (acquisto rateizzato e diventi proprietario al pagamento dell’ultima rata);
  • della vendita a prezzo rateizzato con iscrizione di ipoteca legale (simile al mutuo, ma il contratto è stipulato direttamente con il venditore);
  • del preliminare a effetti anticipati.

Per approfondire l’argomento ti consiglio di consultare la guida Il rent to buy e altri modi per comprare casa, pubblicata sul sito web del Consiglio Nazionale del Notariato.

Considerazioni finali

Acquistare casa non è un gioco da ragazzi, ma nemmeno un ostacolo insormontabile. Chiunque può acquistare casa (con o senza soldi) e fortunatamente il processo di acquisto si concretizza con l’atto di compravendita (rogito); questa fase è garantita dal notaio di tua fiducia, che, in qualità di pubblico ufficiale, è obbligato a fare le analisi necessarie per convalidare l’affare.

Adesso che sai come comprare la tua prima casa, il tuo sogno può cominciare ad avere uno sfondo più nitido.

Valuta attentamente le diverse modalità di acquisto di cui ti ho parlato e scegli quella che fa al caso tuo, sono sicuro che almeno una di quelle viste sinora può andare bene per te.

Se qualche dubbio ti assale, non ti resta che lasciarmi un commento. Sarò felice di darti una mano! 😉

Post Correlati

Leave a comment